29 settembre 2008

Non chiederci la parola


Non chiederci la parola che squadri da ogni lato
l'animo nostro informe, e a lettere di fuoco
lo dichiari e risplenda come un croco
Perduto in mezzo a un polveroso prato.

Ah l'uomo che se ne va sicuro,
agli altri ed a se stesso amico,
e l'ombra sua non cura che la canicola
stampa sopra uno scalcinato muro!

Non domandarci la formula che mondi possa aprirti
sì qualche storta sillaba e secca come un ramo.
Codesto solo oggi possiamo dirti,
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.


Eugenio Montale, Ossi di Seppia, 1925


Articoli correlati per categorie



3 commenti:

  1. ciao, ho provveduto a linkare il tuo blog nella mia sezione link amici accessibile dalla mia home:
    http://architettura-ingegneria.blogspot.com
    mi farebbe piacere se tu mi ricambiassi il favore, in ogni modo se non sarai interessato cancellerò il tuo link, spero nella tua collaborazione, saluti Alessio.

    RispondiElimina
  2. Complimenti per il blog. Ti abbiamo inserito nella sezioni "I nostri alleati".
    A presto.

    RispondiElimina
  3. P.S.
    il blog è:

    brigatefinanziarie.blogspot.com

    Sosteniamo la Rivolta Economica Popolare.

    RispondiElimina